Soccorso istruttorio negli appalti pubblici

Soccorso istruttorio negli appalti pubbliciIl testo pratico operativo  “Soccorso istruttorio negli appalti pubblici” a firma di Rosamaria Berloco, edito da Grafill Editoria Tecnica e Lavoripubblici.it, è stato pubblicato.

Il testo ripercorre l’intera fase di gara, può quindi costituire un buon vademecum per chi opera nel settore degli appalti.

E’ possibile acquistare “Soccorso istruttorio negli appalti pubblicicliccando qui.

Di seguito la premessa del testo.

“Quando penso alle procedure ad evidenza pubblica, il paragone più immediato che la mia mente elabora è quello con una gara a ostacoli. Avete presente le lunghe piste di atletica leggera costellate da diverse barre metalliche poste a distanza le une dalle altre? Sono quegli ostacoli che il corridore si appresta ad affrontare e a superare per giungere all’ambìto traguardo.

Così mi piace guardare a una gara di appalto, come a una corsa a ostacoli, dove le imprese, principianti o esperti corridori, a volte, inevitabilmente, inciampano in uno di quelli posizionati lungo tutto il tragitto, inevitabilmente.

Talvolta è solo una questione di comprensione del bando o della lettera di invito. Cosa vuole esattamente la stazione appaltante da me? Come posso soddisfare i requisiti di partecipazione richiesti dalla lex specialis? Altre volte, però, l’ostacolo è una dichiarazione non resa o resa a metà sul DGUE, un documento non prodotto o caricato male in fase di presentazione della domanda di partecipazione.

Quale che sia l’ostacolo in pista, quando viene travolto dai nostri corridori, il rumore che fa quella “barra metallica” è il rumore della casella di PEC dell’impresa che segnala la posta in arrivo.

Non di rado accade, infatti, che, al di fuori delle richieste di chiarimenti da parte dell’impresa, l’ostacolo si ponga nella fase di apertura delle buste amministrative e prima del passaggio alle fasi successive, altre volte però l’ostacolo è anche altrove, nelle buste dell’offerta tecnica ed economica.

L’email che spesso terrorizza l’impresa come l’ostacolo che viene giù o che crolla, riporta questo oggetto: «Soccorso istruttorio ai sensi dell’art. 83, comma 9, d. lgs. 50/2016».

Per questo motivo ho deciso di raccontare l’essenza di queste due parole: soccorso istruttorio.

Il soccorso istruttorio, in fondo, non è altro che una mano tesa dall’arbitro di gara che, fischietto alla bocca, sospende momentaneamente la corsa, offrendo al corridore la possibilità di rimettersi in pista.

Tutto ciò che precede è una metafora sportiva, quello che seguirà, invece, è diritto messo in pratica.

Buona lettura, corridori e arbitri”.